Arcobaleno Cattolica

Legalità, Trasparenza, Partecipazione, Solidarietà

Posts Tagged ‘Gruppo Arcobaleno

Amministrazione Tamanti: il punto di vista sui Lavori pubblici

with one comment

Tratto da La Voce del 8 agosto 2010

CATTOLICA – Lo slogan più usato da questa amministrazione Tamanti è, fin dal primo giorno, “cattolichini, non c’è un centesimo!”.
Chiaramente riferito ai fondi da spendere per costruire o rinnovare opere pubbliche e persino la loro manutenzione.
Per un primo bilancio di questi primi 13 mesi di “Marco Tamanti sindaco” abbiamo chiesto a Marino Ercoles, consigliere di opposizione eletto nel gruppo Arcobaleno e, soprattutto, ex dipendente dell’Ufficio tecnico di Palazzo Mancini, quali opere pubbliche Tamanti ha portato a compimento, quante ne ha cantierate e quante ne sono programmate e finanziate per il futuro più immediato.
“Per quel che mi risulta, e che si può vedere in città, non c’è un solo nuovo cantiere per opere pubbliche inaugurato da questo sindaco – spiega subito Ercoles -. Per quanto riguarda invece le opere iniziate con l’amministrazione Pazzaglini, e persino Micucci, che io ricordi c’è solo il sottopasso di via Macanno. Una struttura che, dopo pochi mesi, già mostra tutte le pecche di una costruzione che lascia filtrare acqua dalle pareti e che è poco agevole da usare. C’è poi una struttura sportiva che è stata demolita e ricostruita per sanare un abuso, e parlo degli spogliatoi e palestra al Torconca. Tamanti ha poi inaugurato il Palazzo del Turismo e non mi risulta che da giugno allo scorso anno abbia tagliato altri nastri. La darsena a mare, per la quale manca in effetti il collaudo, per la verità ospitava già natanti con Pietro Pazzaglini sindaco”.
Quali opere, a voi consiglieri comunali, risultano già pronte per la posa della prima pietra?
“Possiamo considerare come opera già pronta per essere cantierata l’allungamento del molo di Levante a Gabicce Mare, ma si dovrà aspettare l’autunno per vedere se si parte veramente, anche perché non è più rinviabile. C’è sempre in ballo il progetto di ricostruire la scuola Madre Teresa di Calcutta, ma anche per questa aspetterei di vedere all’opera l’impresa di costruzione”.
“invece vorrei aprire una parentela sulle manutenzioni – continua Marino Ercoles -. Dal mio punto di vista sia la manutenzione che la segnaletica orizzontale sulle strade della nostra città è insufficiente e in alcuni casi fatta male.
Un esempio è la catramatura del porfido sulle vie Cattaneo e Pascoli. Questo sistema di manutenzione, oltre a essere antiestetico, costringerà a breve il Comune a rifare il lavoro. Non cito poi i casi già riportati sulle vostre pagine dell’asfaltatura intorno alla fontana di via Allende o le piante sbucate tra il catrame sul marciapiede di via Toscana. Mi limito solo a constatare come neanche in questi lavori di routine c’è la garanzia di una buona riuscita conclude Marino Ercoles.

Annunci

Arcobaleno vuole la Commissione sul “caso protocollo-Matacotta”

with one comment

Tratto da la Voce del 16 luglio 2010

CATTOLICA – (epi) Sulla vicenda della richiesta del capogruppo del Pdl, Cono Cimino, di istituire una commissione di inchiesta per capire cosa sia accaduto a certi documenti – legati sì a una vicenda del 2002 ma in effetti da utilizzare nel 2007 per chiedere i danni ai dipendenti condannati per truffa ai danni del Comune – protocollati e poi ricomparsi, e la risposta negativa del sindaco Tamanti, si inserisce ora il Gruppo Arcobaleno. Ecco il comunicato.

“Lungi da noi l’idea di prendere le difese del capogruppo Cimino nell’affaire Matacotta. Il consigliere ha competenze adeguate per affrontare qualsiasi situazione. Quello che in tutta questa vicenda ci interessa rimarcare, purtroppo è come, ancora una volta, il sindaco Tamanti, oltre a non rispondere alle legittime domande del Cimino, cade sia dal punto di vista politico, intessendo sindrome da strumentalizzazione politica inesistente, sia dal punto di vista della trasparenza, impedendo a priori una commissione di inchiesta utile a fare chiarezza. Chiarezza, a esempio, per i tanti consiglieri che all’epoca non erano tali, chiarezza per come sia stata gestita la partita in questione considerato che, giustamente, non si cita una mancanza di documentazione, a oggi, ma tante incongruenze all’epoca dei fatti e riguardanti le comunicazioni tra gli uffici e la richiesta da parte di chi si interessava del caso degli stessi documenti che oggi sono disponibili. Le domande che ci poniamo anche noi sono le stesse del capogruppo Cimino, ovvero: perché c’erano segretari comunali e dirigenti che chiedevano al tribunale di Rimini copia della sentenza, per poter applicare i provvedimenti disciplinari del caso, se la stessa era già presente in Comune? Dove si era rintanata questa fantomatica sentenza (protocollata dallo stesso fratello della Matacotta, ndr) in tutto questo tempo? Il sindaco Tamanti, con la presa di posizione di non voler istituire una Commissione che possa ricostruire la vicenda, a nostro parere, altro non fa che alimentare le nebbie e le maldicenze che si nutrono proprio con questo tipo di atteggiamenti. Chiarezza, quindi, che potrà fugare qualsiasi dubbio sull’onorabilità delle persone chiamate in causa. Chiarezza che da sempre l’Arcobaleno di Cattolica chiede da anni sia alle amministrazioni precedenti che all’attuale, per tutte, e sono tante, quelle situazioni che portano oggi il nostro Comune ad essere uno dei più indebitati della Regione” conclude il Gruppo Arcobaleno. 

Dire che “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire” non rende ancora l’idea di come questo sindaco, nel caso fiancheggiato dal Pd che mai si sognerebbe di “indagare” la sua ex presidente, non si renda conto di come in città il clima stia cambiando. Ma, citando Eduardo De Filippo, “ha da passà l’estate!”.

Written by Arcobaleno

luglio 16, 2010 at 12:02 pm

Richiamo formale al Sindaco ed alla Giunta Comunale per una maggiore trasparenza

leave a comment »

Città di Cattolica stemma

Diritto di informazione dei Consiglieri Comunali sul futuro impiego del “Bus Terminal” e richiamo formale al Sindaco ed alla Giunta Comunale per una maggiore trasparenza degli atti amministrativi a tutela del bene pubblico.

Il Consiglio Comunale di Cattolica

 avendo appreso solo attraverso la stampa locale della decisione assunta dall’Amministrazione Comunale di dare in gestione alla Cooperativa Sociale “Nel Blu” per la stagione estiva 2010, senza indizione di alcun bando di gara ad evidenza pubblica, il “Bus Terminal”, e prima ancora che fossero pubblicati all’Albo Pretorio i necessari Atti prodromici alla consegna del bene,

considerato

che la corretta prassi amministrativa vorrebbe che qualunque atto di consegna sia preceduto da una presa in carico del commissionario da parte del committente a seguito di un atto di indirizzo della Giunta Comunale e successiva Determinazione Dirigenziale e che la mancata sottoscrizione di un inventario pone il legittimo dubbio di una insufficiente tutela dei contenuti della struttura.

Considerato inoltre

che la stessa risulta danneggiata per infiltrazioni meteoriche passate dai solai del lastrico solare ai controsoffitti del piano sottostante, arrivando al piano terra ed il cablaggio degli impianti elettrici è danneggiato, probabilmente a seguito delle infiltrazioni d’acqua, visto che in alcuni settori le luci di emergenza segnalano l’interruzione della corrente elettrica e che al piano terra gli arredamenti impregnati d’acqua hanno reso necessario il loro trasloco fuori dalla struttura con sedie, tavoli e divani ammassati incustoditi sotto le pensiline del Terminal a disposizione di chi se ne volesse appropriare e che all’elenco di quanto deteriorato si debbono aggiungere anche tende, copridivani e muri macchiati dalla muffa,

formalmente richiama il Sindaco e la Giunta Comunale

per il mancato coinvolgimento dell’Assemblea Comunale nell’assegnazione del “Bus Terminal”;
per aver sottaciuto i danni che ne stanno menomando l’utilizzo ed il cui ristoro qualcuno dovrà sobbarcarsi;
per la mancanza di Atti formali a garanzia di quanto contenuto.

Cattolica, 7 giugno 2010

Gruppo Arcobaleno : Enrico Del Prete, Marino Ercoles

Gruppo PdL : Maurizio Carli, Cono Cimino, Pierangelo Del Corso, Fabio Lorenzi

Accoglienza turistica stazione ferroviaria Città di Cattolica

with one comment

Stazione Ferroviaria Città di Cattolica

Cattolica lì, 18/03/2010

I N T E R P E L L A N Z A

Al Signor SINDACO del Comune di Cattolica

Domenica 14/03/2010 ho trovato gli uffici della stazione ferroviaria della nostra città chiusi, e pure chiuso era il bar stazione. Da informazioni raccolte, mi è stato riferito che l’ufficio di biglietteria resta chiuso il sabato, la domenica e tutti i festivi, mentre il bar stazione resta chiuso per riposo, solo la domenica, giorno in cui si accumulano molti inconvenienti. Infatti, essendo gli uffici chiusi, sono in funzione due biglietterie self service, una all’interno e l’altra fuori vicino al bar, ma come spesso succede (e cioè la domenica precedente il 7/03/010) ambedue le biglietterie erano bloccate costringendo chi doveva viaggiare con il treno a salire sprovvisto di biglietto e pagare il sovraprezzo. Inoltre queste biglietterie self service, molto spesso non danno il resto (che può arrivare a 9 euro) perché esauriscono le monete metalliche , che probabilmente non vengono adeguatamente ricaricate. Sempre la domenica, durante il giorno è aperta l’edicola ma non essendo preposta alla vendita dei biglietti del treno, non riceve alcuna provvigione come invece avviene per il bar, così vende solo i biglietti per l’autobus sui quali riceve una percentuale. Altro inconveniente molto grave, che affligge da sempre la zona della stazione ferroviaria, uno dei principali ingressi della città, è la mancanza di un ufficio informazioni che in queste situazioni in cui si sommano le difficoltà diventa ancora più pesante. Un ulteriore disagio per i nostri cittadini che devono viaggiare è l’esclusione assoluta di fermata a Cattolica di treni ad alta velocità, che possono fermare nelle stazioni più vicine di Riccione, Rimini, Pesaro ecc.. Per concludere questo elenco di disservizi aggiungo anche quelli del sottopasso, costruito ex novo, di recente, e che tutt’ora è completamente privo di tutta la segnaletica necessaria, tanto che ci sono già stati degli inconvenienti, con scontri fra biciclette.
Viste tutte queste problematiche che danneggiano fortemente l’immagine della nostra città e soprattutto escludono sia i nostri ospiti, ma anche i nostri cittadini da dei servizi dovuti si chiede se quanto descritto è di vostra conoscenza e che cosa avete fatto o farete per risolvere queste mancanze.

Si resta in attesa di risposta scritta.

GRUPPO ARCOBALENO

ITALIA DEI VALORI

Marino Ercoles

Orario pulizia bagni pubblici Città di Cattolica

leave a comment »

 

bagno pubblico

Bagno pubblico?! Beata innocenza.

 

Cattolica lì, 18 Marzo 2010

Interpellanza al Signor SINDACO del Comune di Cattolica

Con Determina Dirigenziale n° 91 del 22/02/2010 si è provveduto ad affidare alla Cooperativa sociale “Nel Blu” il servizio di custodia e pulizia dei bagni pubblici di Piazza 1 Maggio, della zona Lampara, e della zona passeggiata Nuova darsena, per l’annualità 2010, ritenendo questo servizio necessario ed anche importante specialmente nel periodo estivo. 

Quello che non si comprende è la diversità degli orari di custodia e pulizia tra quelli della Piazza 1 Maggio e quelli della zona porto: I bagni della Piazza 1 Maggio verranno custoditi e puliti tutti i giorni dal 1 Giugno al 30 Settembre dalle ore 8:00 alle ore 24:00, mentre per i bagni della zona porto, sempre per lo stesso periodo dal 1 Giugno al 30 Settembre, verranno differenziati gli orari: quelli della “Lampara” dalle ore 8:00 alle ore 19:00 e quelli della “Nuova Darsena” dalle ore 8:00 alle ore 12:00 e dalle ore 18:00 alle ore 24:00.

A Cattolica, la zona del porto, tenendo conto anche della costruzione delle due nuove darsene è quella con il maggior numero di ristoranti, la più ampia ed anche la maggior frequentata dai turisti in tutte le ore del giorno e della notte, inoltre durante l’estate vengono organizzate molte feste, anche queste di giorno e di notte che vedono affluire nella piazza migliaia di persone, e lasciare per tutta l’estate questa zona simbolo per i turisti, coperta da un solo bagno dalle ore 13:00 alle ore 24:00 a mio avviso è incomprensibile e antituristico. Pertanto si chiede se verranno effettuate delle modifiche agli orari di custodia e pulizia dei bagni del porto equiparandoli ambedue a quelli della piazza 1 Maggio, cioè dalle ore 8:00 alle ore 24:00.

Si resta in attesa di risposta scritta

GRUPPO ARCOBALENO

ITALIA DEI VALORI

Marino Ercoles

Città di Cattolica, deroga planivolumetria del piano particolareggiato di spiaggia

with one comment

accorpamento bagni 18-19

 

Cattolica lì, 25/02/2010

AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI CATTOLICA
I due interventi edilizi in corso, per la costruzione di strutture per servizi di spiaggia, vicini alla passeggiata sopraelevata, che dal lungomare Rasi Spinelli porta all’area portuale, e precisamente nelle concessioni di spiaggia n° 18/19 e n° 9/11 (procedura Unita Minima di Intervento) così posizionati, escludono la possibilità di un eventuale allargamento della passeggiata verso il mare, e di fatto impediscono qualsiasi possibile miglioramento del lungomare. Con questa interpellanza non si mette in discussione la legittimità delle procedure, ma l’utilizzo delle possibilità di andare in deroga alle indicazioni planivolumetriche del Piano Particolareggiato di Spiaggia concesse con l’utilizzo della procedura “UMI”, che a mio avviso necessitano di risposte: l’utilizzo della UMI nel regolamento del P.P.S. è previsto solo per proposte che interessano un fronte spiaggia di un minimo di ml. 50 e/o l’accorpamento di tre concessione di bagni, e in questo caso, sono convinto che i requisiti non ci siano. Il rispetto della larghezza della fascia pedonale tra la passeggiata e le nuove cabine nella misura di ml. 5,50, non è stato rispettato. Le strutture devono avere carattere precario di facile rimozione, ed anche questo non è stato rispettato. Si dovrebbe tendere al contenimento delle altezze, mi sembra che sia avvenuto il contrario, ecc.ecc.
Quello che invece si vuole capire è perché gli amministratori, i quali son convinto si rendano conto che questi interventi così posizionati ci danneggiano, non sono intervenuti? La pratica dei bagni 9/11 è passata in commissione “Per la qualità architettonica e per il paesaggio” quattro volte prima di essere licenziata, si capiva che qualcosa non andava. In questa commissione è sempre presente il dirigente dell’urbanistica, perciò ritengo che l’Amministrazione fosse al corrente della situazione e di quello che si autorizzava. I tempi tecnici per intervenire esistevano, in quanto i permessi di costruzione sono datati 16/10/2009, occorreva solamente far spostare gli interventi verso il mare senza modificare i progetti, oppure si doveva intervenire in modo diverso. A questo proposito vorrei ricordare che i concessionari dei bagni Fuzzi, che con procedura UMI, sono stati gli unici, prima di questi due ultimi interventi ad aver costruito nuove strutture nella parte di arenile–Kursal, Darsena, da quando è stato adottato questo Piano Particolareggiato di Spiaggia. A loro, i sig. Fuzzi, gli fù concesso il permesso di edificazione, a condizione di spostare il progetto verso il mare, posizionando le strutture per i servizi di spiaggia a circa dieci ml. dalla passeggiata. Queste distanze dei bagni Fuzzi se mantenute per le costruzioni in corso, anche annullando il vigente PPS, cosa che doveva essere già stata fatta con l’adozione del PSC, non ci troveremo di fronte a questi problemi.
Si resta in attesa di risposta scritta.

GRUPPO ARCOBALENO

ITALIA DEI VALORI

Marino Ercoles

Convocazione Consiglio Comunale 25 Febbraio 2010

leave a comment »

COMUNE DI CATTOLICA
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE

Prot. n. 4682 /2010
Cattolica, 17 febbraio 2010

AI CONSIGLIERI COMUNALI
AL SINDACO
AGLI ASSESSORI
AL SEGRETARIO COMUNALE
AI COMPONENTI IL COLLEGIO DEI
SINDACI REVISORI
LORO DOMICILII

OGGETTO: Convocazione del Consiglio Comunale.

Ai sensi dell’art. 14 – comma 2° – dello Statuto, il Consiglio Comunale è
convocato in seduta ordinaria – 1^ convocazione per il giorno:

GIOVEDI’ 25 FEBBRAIO 2010
con inizio alle ore 19,00

presso la sala Consiliare della Residenza Municipale
– PALAZZO MANCINI –
per la trattazione – in seduta pubblica – del seguente

ORDINE DEL GIORNO:

1. INTERROGAZIONI E INTERPELLANZE:PRESENTAZIONE E RISPOSTE;

2. MOZIONE: “BAR LOLY” DETERMINAZIONE, NEI MARGINI DELLE PREVISIONI
LEGISLATIVE, DI RECUPERO CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE CON IMPEGNO DEL
SINDACO E DELLA GIUNTA A FARE RISPETTARE LE REGOLE ;
(Proponente: Consigliere Carli – PdL)

3. APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE TRA L’AZ. USL DI RIMINI ED IL
COMUNE DI CATTOLICA PER L’ESERCIZIO DELLE FUNZIONI SOCIOASSISTENZIALI
DELEGATE; Prop. n. 6/2010
(Proponente: Assessore Mancini)

4. ESAME DELIBERAZIONE DELLA CORTE DEI CONTI N. 666/2009 RISULTANZE
DELL’ESAME DEL QUESTIONARIO RELATIVO AL BILANCIO DI PREVISIONE
DELL’ESERCIZIO 2009. PRESA D’ATTO. DETERMINAZIONI; Prop. n. 3/2010
(Proponente: Sindaco)

5. DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMA DELLA POLITICA REGIONALE UNITARIA
DUP 2007/2013 – APPROVAZIONE SCHEMA DI INTESA PER L’INTEGRAZIONE
DELLE POLITICHE TERRITORIALI DELLA PROVINCIA DI RIMINI;
(Proponente: Sindaco) Prop. n. 5/2010

6. APPROVAZIONE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE SALE
RIUNIONI DELLA SALA MOSTRE AL PALAZZO DEL TURISMO E DELL’ATRIO E
VANO SCALE DEL PALAZZO COMUNALE; Prop. n. 129/2009
(Proponente: Vice Sindaco Gerboni M. Claudia)

7. RINNOVO CONVENZIONE CON IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN MARIGNANO
PER LA GESTIONE DELL’UFFICIO PRESENZE; Prop. n. 130/2009
(Proponente: Assessore Tonti)

8. ADOZIONE VARIANTE NORMATIVA AL RUE – ART. 105 COMMISSIONE PER LA
QUALITA’ ARCHITETTONICA E IL PAESAGGIO – COMPOSIZIONE E NOMINA;
(Proponente: Assessore Angelini) Prop. n. 131/2009

9. COSTITUZIONE DI SERVITU’ DI ELETTRODO PER CABINE E LINEE ELETTRICHE
AFFERENTI IL COMPARTO URBANISTICO DENOMINATO “CENTRO VIDEO GIOCO
SPORT”; Prop. n. 4/2010
(Proponente: Assessore Angelini)

10. MOZIONE: ISTITUZIONE DEL REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI ANTICIPATE
DI TRATTAMENTI SANITARI (TESTAMENTO BIOLOGICO).
(Proponenti: Consiglieri Del Prete ed Ercoles – Gruppo Arcobaleno)

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO COMUNALE
Antonio Ruggeri

· Comune di Cattolica · Affari Generali e Segreteria Generale · Presidenza del Consiglio ·
Piazza Roosevelt, 5 – 47841 CATTOLICA (RN) – TEL. 0541966523 – FAX 0541966793